Variante PGT: il tema dei cortili

Riportiamo la dichiarazione in Consiglio Comunale del capogruppo Eligio Bonfrate, in merito alla discussione della proposta del “Gruppo per Legnano” sulla valorizzazione dei cortili di Legnano.

Ringrazio il consigliere del “Gruppo Per Legnano” per aver portato all’attenzione del consiglio lo stesso ordine del giorno che i miei colleghi di lista civica proposero nel 2011; una ripresentazione che ci è cara perché sui cortili la nostra Lista Civica ha sempre avuto le idee chiare fin dalla sua nascita nel 2007, in quegli anni il tema non sembrava molto sentito tranne che da noi e nel recente passato ha visto la condivisione con le altre forze politiche di maggioranza e anche con il collega Quaglia quando sedeva qui con noi.

I cortili sono stati un grande tratto peculiare della nostra città come per la Lombardia, un aspetto architettonico forse unico nel panorama nazionale, un aspetto che ha caratterizzato la proprietà privata e per cui i cortili sono stati grandi centri di socializzazione. Data la mia giovane età in un cortile non ho mai vissuto, ma sentire le storie di mia mamma, piuttosto che degli zii, è sempre emozionante; è come sentire parlare di una storia che è stata e mai più sarà, una storia che è memoria.

Di quella storia rimangono nella maggior parte dei casi solo i muri perimetrali perché la vita non c’è più, in città ci sono tanti cortili abbandonati dai proprietari oppure tante corti che versano in uno stato di degrado perché i proprietari non hanno alcun vantaggio a sistemarli e renderli decorosi.

Questa Variante al PGT ha ridotto del 50% la quota obbligatoria di aree per servizi e spazi pubblici da riservare nel contesto dei piani attuativi nelle zone B1, una riduzione che non era presente nel PGT varato dal consiglio comunale precedente. La misura basterà per recuperare i cortili? Non lo sappiamo, ma sicuramente è un incentivo che prima non c’era e ora c’è.

Questo ordine del giorno ha anticipato quello che avremmo voluto presentare fuori dalla discussione della Variante al PGT, come detto questo o.d.g. è stato presentato 5 anni fa quando non eravamo consci delle conseguenze dell’approvazione come ha spiegato l’assessore; la lettura attenta ci ha permesso di verificare tra l’altro che l’ultimo punto dell’o.d.g. presentato trova attuazione nella Variante che andremo a votare.

Non abbiamo pertanto alcuna difficoltà a dare il nostro voto negativo, un voto motivato dall’esser cresciuti grazie a questi anni di amministrazione, una crescita che non ci ha bloccato su posizioni “vecchie” di 5 anni ma che sono proseguite attraverso la consapevolezza di che cosa implicano i vari atti che vengono presi e votati.

Un voto negativo che non ci ferma, tant’è vero che a breve depositeremo un ordine del giorno ad hoc sulla valorizzazione, recupero e riqualificazione dei cortili da discutere nel primo consiglio comunale utile.

Annunci